“Grief is the thing with feathers” di Max Porter, vincitore del Dylan Thomas Prize, presto in Italia per Guanda

di Redazione Guanda | 19.05.2016

Lo straordinario esordio di Max Porter  “Grief is the thing with feathers” si aggiudica il Dylan Thomas Prize.


 

Lo scrittore esordiente Max Porter, editor di Granta e Portobello Books, ha vinto il Dylan Thomas Prize per giovani talenti letterari con la sua opera Grief is the thing with feathers, che sarà pubblicata da Guanda a settembre. Il libro di Porter è un debutto letterario, in perfetto equilibrio tra favola e racconto, che tocca il tema della perdita e del lutto, concentrandolo sulla figura di un corvo terapeuta che aiuta due ragazzini rimasti orfani di madre e il loro padre annichilito dal dolore a riaprirsi alla vita, coltivando il ricordo e la sofferenza che porta con sé. Il libro di Max Porter ha ricevuto una straordinaria accoglienza critica.

Porter si richiama alle poesie sul corvo di Ted Hughes, (scritte dopo la morte della moglie, la poetessa Sylvia Plath), e si ispira al dolore provato per la perdita del padre in giovane età.

Quest’anno ricorre il decimo anniversario del “Dylan Thomas Prize”, prestigioso e importante riconoscimento che viene attribuito a giovani talenti letterari provenienti da tutto il mondo.

 

 

 


Commenti