NEL CENTENARIO DELLO SCOPPIO DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE, IL LIBRO CHE LA RACCONTA. Ernst Jünger partecipò alla Prima guerra mondiale con i gradi di sottotenente della Wehrmacht. Il suo comportamento in prima linea lo rese leggendario: ferito quattordici volte, ricevette numerosi riconoscimenti al valore, compreso il più alto, l’Ordre pour le mérite. Portava sempre in tasca un taccuino su cui fissava con precisione gli avvenimenti. Da quelle note, in seguito all’insistenza del padre, si persuase a trarre un libro che avrebbe dovuto intitolarsi Il rosso e il grigio, in omaggio all’amato Stendhal e ai colori mesti e uggiosi della guerra in trincea; Jünger preferì alla fine l’immagine tratta da un poema medioevale islandese. Oggetto di ambigui entusiasmi negli anni Venti e Trenta, le Tempeste ci appaiono oggi la più agghiacciante testimonianza sulla Grande Guerra e l’espressione già perfetta della sovrumana capacità di osservazione di Jünger e della prosa fredda e cristallina che egli ha forgiato. Come scrive Giorgio Zampa nell’introduzione, «l’opera è omogenea: la sua cifra stilistica è unica, la sua coesione non viene mai meno... La tensione che traversa resoconti e cronache è costante, grazie a uno stile di tale perfezione che annulla se stesso... Le Tempeste appartengono al genere epico per disposizione naturale: l’autore si pone di fronte alla realtà e la restituisce, conferendole un’autonomia di cui solo l’epico è capace... In Stahlgewittern va veduto come un unicum nella letteratura del secolo: per essere senza antecedenti né seguito chiede di essere considerato al di fuori degli schemi della letteratura di guerra, di riferimenti solo ideologici e politici. Dare un giudizio su questo libro, che Jünger chiama il primo del suo Vecchio Testamento («occhio per occhio, dente per dente») dopo aver letto (o non letto) i diari dell’ufficiale che compì il 6 agosto 1945 la sua missione su Hiroshima, non è agevole. Le Tempeste figurano come un masso erratico nella discesa sterminata della letteratura europea.»
Titolo
Nelle tempeste d’acciaio
ISBN
9788877463630
Autore
Collana
Casa Editrice
GUANDA
Aree tematiche
Dettagli
352 pagine, Brossura
Prezzo di questa edizione cartacea


Traversata atlantica

Traversata atlantica

E. Jünger

Nel 1936, il quarantunenne Ernst Jünger si imbarca sul Monte Rosa, storico piroscafo che collegava Amburgo al Sud America,…

22,00€
Fuoco e sangue

Fuoco e sangue

E. Jünger

Il 21 marzo del 1918 l’esercito tedesco sferra la prima delle grandi offensive di primavera sul fronte occidentale, con l’obiettivo…

16,00€
Boschetto 125

Boschetto 125

E. Jünger

Sul fronte francese, nel 1918, l’ultimo annodella prima guerra mondiale, il ventitreenneErnst Jünger è tenente nella compagniaassegnata…

14,50€
Sulla questione degli ostaggi

Sulla questione degli ostaggi

E. Jünger

La mattina del 21 agosto 1941 quando due giovani mai identificati seguono il sottoufficiale di Marina Moser dall'Hotel Carlton,…

La capanna nella vigna

La capanna nella vigna

E. Jünger

Lasciare "tracce di luce sul gioco delle onde dei giorni vissuti": sono le parole con cui, all'iniziodi un nuovo anno, Ernst Jünger…

20,00€
Nelle tempeste d’acciaio

Nelle tempeste d’acciaio

E. Jünger

NEL CENTENARIO DELLO SCOPPIO DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE, IL LIBRO CHE LA RACCONTA. Ernst Jünger partecipò alla Prima guerra…

25,00€



recensioni

Non ci sono ancora recensioni per questo libro. Inserisci tu la prima!

Goodreads

Qui potrai visualizzare le recensioni di GoodReads.