Il Novecento ha avuto il suo filosofo
più provocatorio in un Topo che, per
spregiudicatezza nell’attraversare i confini
delle discipline e mettere in discussione la
costellazione dei pregiudizi stabiliti, non ha
nulla da invidiare a Russell, Popper o Heidegger.
Mickey Mouse (Topolino per noi)
ha vissuto le più bizzarre avventure e affrontato
quesiti come la terribile libertà
del «quarto potere», gli ambigui prodigi
della scienza asservita alla guerra, l’impossibilità
della giustizia e la difficoltà di trattare
con le culture «altre», per non dire
delle sfumate regioni del mito o dell’aldilà.
Altro che Topolino tutto legge e ordine,
collaboratore della polizia! È invece un ribelle
capace di battersi contro ogni forma
di prevaricazione, anche se l’esito non è
sempre la vittoria. Quello che Walt Disney
e i suoi collaboratori ci consegnano alla fine
di ogni episodio è un Topo sempre più
dubbioso sulla natura dell’universo e il
complesso mondo di «uomini e topi». Ma
proprio per questo continua ad affascinare,
perché la ricerca, come l’avventura,
non ha fine.
Titolo
La filosofia di Topolino
ISBN
9788823502444
Autore
Collana
Casa Editrice
GUANDA
Aree tematiche
Dettagli
256 pagine, Brossura
Prezzo di questa edizione cartacea


Il tradimento

Il tradimento

G. Giorello

«Siamo proprio sicuri che il tradimento sia da considerarsi un valore solo negativo? Ed è mai possibile farne un buon uso? Un’appassionata…

11,00€
La filosofia di Topolino

La filosofia di Topolino

G. Giorello

Il Novecento ha avuto il suo filosofopiù provocatorio in un Topo che, perspregiudicatezza nell’attraversare i confinidelle…

17,00€



recensioni

Non ci sono ancora recensioni per questo libro. Inserisci tu la prima!

Goodreads

Qui potrai visualizzare le recensioni di GoodReads.