Luis Sepúlveda: 7 libri per conoscere il grande scrittore vittima del coronavirus

di Redazione Guanda | 22.04.2020

I libri più famosi dello scrittore cileno Luis Sepúlveda e alcune delle sue citazioni più belle   Il 16 aprile a Oviedo nelle Asturie, dove viveva da anni, è scomparso lo scrittore cileno Luis Sepúlveda, dopo una lunga battaglia contro il coronavirus. L’immenso dolore suscitato dalla notizia della morte di Sepúlveda nel mondo della cultura […]


I libri più famosi dello scrittore cileno Luis Sepúlveda e alcune delle sue citazioni più belle

 

Il 16 aprile a Oviedo nelle Asturie, dove viveva da anni, è scomparso lo scrittore cileno Luis Sepúlveda, dopo una lunga battaglia contro il coronavirus. L’immenso dolore suscitato dalla notizia della morte di Sepúlveda nel mondo della cultura e della gente comune, che ha imparato ad amarlo attraverso le mille storie che ci ha raccontato, può essere mitigato solo dal pensiero che i suoi libri continueranno a farci compagnia, a farci sognare, a spingerci a impegnarci per un mondo migliore.

 

La vita di Luis Sepúlveda

 Nato in Cile nel 1949, Sepúlveda ha lasciato il suo Paese al termine di un’intensa stagione di impegno politico, conclusasi drammaticamente con il colpo di stato militare del generale Augusto Pinochet e l’incarcerazione da parte del regime. Ha viaggiato a lungo in America Latina e poi nel resto del mondo, partecipando anche a numerose operazioni di Greenpeace. Dopo aver risieduto ad Amburgo e a Parigi, si è trasferito in Spagna, nelle Asturie, dove è morto. Ha iniziato la sua attività di scrittore nel 1989, con la pubblicazione di Il vecchio che leggeva romanzi d’amore, pubblicato in Italia da Guanda nel 1993, cui sono seguiti numerosi altri romanzi, molto amati dai lettori di tutto il mondo. Ha raggiunto il successo mondiale con la pubblicazione nel 1996 di Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare, da cui è stato tratto anche un indimenticabile cartone animato per la regia di Enzo D’Alò. Tra i numerosi riconoscimenti ottenuti, ricordiamo che Sepúlveda è stato nominato dottore honoris causa alla Facoltà di Lettere presso l’Università di Urbino, che nel 2014 ha vinto il Premio Chiara alla carriera e nel 2016 il Premio Hemingway per la Letteratura.

 

I libri di Luis Sepúlveda

Le sue opere, tutte pubblicate in Italia da Guanda, sono numerose e tutte caratterizzate da temi profondi, raccontati con mano sapiente, che lo hanno fatto amare da milioni di lettori. Sono storie che raccontano le terre da lui percorse, quelle del Sud del mondo, dove spesso l’uomo ha violentato  la Natura, incapace di rispettarla. Sono storie avventurose, politiche, ecologiche che raccontano la Storia e gli eroi che la fanno, la Natura e il difficile rapporto con l’Uomo e poi ci sono le favole, un genere che Sepulveda ha saputo rinnovare, raccontando i temi eterni dell’amicizia, del rispetto delle differenze e del rispetto per la natura, con una magia unica.

 

Ecco sette libri di Luis Sepúlveda da leggere assolutamente.

Il vecchio che leggeva romanzi d’amore

Un vecchio bianco che ha imparato dagli indios della foresta amazzonica il linguaggio della natura deve lottare contro il tigrillo, rabbioso per la violenza degli uomini. Ma l’uomo e l’animale hanno molto in comune…

 

Patagonia Express

Patagonia Express

L’eccezionale diario di viaggio di Sepúlveda in Patagonia e nelle Terre del Fuoco. Sullo sfondo del maestoso scenario del Sud del mondo si intrecciano leggende, riflessioni e incontri con personaggi straordinari.

 

Diario di un killer sentimentale

Può un killer essere innamorato? E compiere la propria missione di morte proprio nei giorni in cui la donna di cui è innamorato lo ha lasciato? Un originale noir, pervaso da un umorismo sottile.

 

Le rose di Atacama

Storie di personaggi anonimi e marginali, uomini e donne che hanno fatto della resistenza la cifra della loro vita  e che  per una volta emergono, in queste storie, dal buio dell’oblio. Proprio come le rose che, in un solo giorno dell’anno, ricoprono il deserto di Atacama.

 

Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare

Una favola amatissima, che ha parlato a generazioni di bambini, insegnando il rispetto per l’ambiente e l’importanza dell’amicizia e la possibilità di volare, basta avere il coraggio.

 

 La fine della storia

Un romanzo che attraversa la storia del Novecento, dalla Russia di Trockij al Cile di Pinochet, dalla Germania di Hitler alla Patagonia di oggi, raccontando la battaglia finale di Juan Belmonte, l’eroe-alter ego dell’autore.

 

Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza

Può una lumachina cambiare il mondo? Sì, se decide di avere un nome, Ribelle, e di capire come difendere il Paese del Dente di Leone dalla prepotenza degli uomini.

 

Sfoglia la galleria di immagini di alcune delle sue copertine più iconiche. Condividi con noi su Instagram le tue preferite menzionando guanda_editore e hashtag #luissepulveda

 

Luis Sepúlveda: citazioni e frasi più famose

 

Si sa, di un grande scrittore si ricordano a memoria le parole più belle. Leggendo un libro, molti lettori evidenziano con la matita oppure segnano su un diario i passaggi che hanno amato di più. Per questo abbiamo raccolto qui alcune citazioni e frasi più famose tratte dai libri di Luis Sepulveda.

«La libertà è uno stato di grazia e si è liberi solo mentre si lotta per conquistarla.» da L’ombra di quel che eravamo

«Nessuno riesce a legare un tuono, e nessuno riesce ad appropriarsi dei cieli dell’altro nel momento dell’abbandono.» da Il vecchio che leggeva romanzi d’amore

«Il volto umano non mente mai: è l’unica cartina che segna tutti i territori in cui abbiamo vissuto.» da Diario di un killer sentimentale

«Sogniamo che un altro mondo è possibile e realizzeremo quest’altro mondo possibile.» da Il potere dei sogni

«Disgraziatamente gli umani sono imprevedibili. Spesso con le migliori intenzioni causano i danni peggiori.» da Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare

«Sapeva leggere. Fu la scoperta più importante di tutta la sua vita. Sapeva leggere. Possedeva l’antidoto contro il terribile veleno della vecchiaia. Sapeva leggere.» da Il vecchio che leggeva romanzi d’amore

«Un vero ribelle conosce la paura, ma sa vincerla.» da Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza

 

 

 


Commenti