5 motivi per leggere l’ultimo libro di J.S. Foer «Possiamo salvare il mondo prima di cena. Perché il clima siamo noi»

di Redazione Guanda | 29.08.2019

L'ultimo libro dell'autore di «Ogni cosa è illuminata» sta già diventando, nel mondo, il saggio di riferimento sull'emergenza climatica. È diverso da tutto quello che è stato scritto o detto sul clima fino ad oggi. Ecco perché è il libro da leggere ora.


 

Qualcuno si ostina a liquidare i cambiamenti climatici come fake news, ma la gran parte di noi è ben consapevole che se non modifichiamo radicalmente le nostre abitudini l’umanità andrà incontro al rischio dell’estinzione di massa. 
Nel suo ultimo libro, Jonathan Safran Foer mette in campo tutte le sue risorse di scrittore per raccontare, con straordinario impatto emotivo, la crisi climatica che è anche «crisi della nostra capacità di credere».

Ecco quindi i principali motivi per cui Possiamo salvare il mondo prima di cena. Perché il clima siamo noi è considerato un libro importante da leggere quest’anno.

1) Arriva dove gli altri testi sull’emergenza climatica non arrivano: dritto al cuore

«Safran Foer, autore cult, ha un messaggio vitale. Che trasmette con ottima letteratura.» F. Marcoaldi,  D – La Repubblica 

Si possono aver letti centinaia di articoli sull’effetto serra, e visto tanti film o servizi giornalistici sulla catastrofe climatica, tra cui i recenti, indomabili roghi nella foresta amazzonica… ma nulla colpisce come questo libro.

Autore di talento, dimostrato fin dal suo esordio con Ogni cosa è illuminata (caso editoriale internazionale, diventato anche un film), J.S. Foer tesse anche in questo libro una narrazione che arriva al cuore, provoca emozioni – sorrisi, risate e lacrime – che mettono in moto il pensiero in modo intenso e inedito.

Possiamo salvare il mondo prima di cena. Perché il clima siamo noi non è solo un saggio, è un’esperienza emotiva da vivere.

 

2) Tratta temi universali e imprescindibili per il nostro futuro

«La guerra che si sta combattendo è cruciale. Perché definitiva: la nostra casa sta bruciando e non ne abbiamo altre.»  La Repubblica 

Nessuno se non noi distruggerà la Terra e nessuno se non noi la salverà. Noi siamo il Diluvio e noi siamo l’Arca, scrive J.S. Foer nel libro. Salvare la Terra dall’emergenza climatica, infatti, vuol dire innanzitutto *ricordarci che possiamo farlo*, e che possiamo farlo agendo ora.

Non c’è lettura sul clima che ricordi meglio – con dati, fatti e considerazioni – questa urgenza e, soprattutto, che non è vero che ora non si può fare niente.

 

3) Fa parte di quei rari libri che rimangono impressi, perché cambiano qualcosa dentro di noi

«In prima persona: fino a quando non crederemo che il collasso ambientale succederà a noi, qui, ora, non riusciremo a fermarlo.»  La Cucina Italiana

Come il precedente saggio bestseller Se niente importa, quest’ultimo libro di J.S. Foer è un libro necessario: non lascia indifferenti.

Il cambiamento climatico è sempre stata una materia astratta e per questo poco attraente. Possiamo salvare il mondo prima di cena. Perché il clima siamo noi cambia il passo e, pagina dopo pagina, ci avvicina al problema in modo emozionante, ce lo fa comprendere in modo chiaro in tutta la sua sfaccettata complessità. Pochi libri trasmettono con così tanta forza un’emozione capace di cambiare il nostro modo di pensare ai cambiamenti climatici e alle soluzioni possibili.

 

4) Insegna e intrattiene: tra analisi scientifica e racconto famigliare, tra etica e scienza, ha il rigore di un saggio e il ritmo di un romanzo

«Uno Zibaldone contemporaneo che salta dalla storia alla cronaca famigliare. Un saggio ad alta tensione, con qualche momento di sorriso, come gli incontri tra lui e la nonna, in un’atmosfera affettuosa e durissima.» Irene Bignardi, Vanity Fair

 

5) L’autore è tra i più interessanti del panorama internazionale (e tra i più attesi, a settembre, in Italia)

«Tra gli imperdibili al Festivaletteratura di Mantova spicca Jonathan Safran Foer, che in Possiamo salvare il mondo prima di cena, parla di cambiamento climatico e dei temi rilanciati da Greta.» La Repubblica

Gli incontri in cui è presente Jonathan Safran Foer sono sempre entusiasmanti, tanto che i posti esauriscono alla velocità della luce. Per incontrare l’autore, ecco il tour di Jonathan Safran Foer: tocca varie città italiane dal 7 al 10 settembre.

 

 


Commenti